Come interpretiamo i gas industriali secondo gli standard nazionali?

- Dec 28, 2017-

Come spiega il gas industriale negli standard nazionali? Cosa include? Questo è ciò che verrà descritto di seguito. La nostra profonda conoscenza di queste conoscenze ci consente di definire meglio i gas industriali, in modo da chiarire il nostro concetto, che è benefico e innocuo per noi. Quindi perché non dovremmo?

Nello standard nazionale GB13690-1992, ovvero la classificazione e la marcatura di sostanze chimiche pericolose comunemente utilizzate, i gas industriali sono solitamente suddivisi nel secondo tipo di gas compressi e gas liquefatti. Un gas compresso è un gas che viene premuto nel cilindro dopo la pressione o il raffreddamento. Il gas liquefatto si riferisce a quando il gas è pressurizzato, viene dissolto in un solvente e quindi immagazzinato nel cilindro. I gas compressi comprendono ossigeno, azoto, argon, idrogeno e così via, ei gas liquefatti includono acetilene.

Se il gas industriale può essere suddiviso in quattro categorie principali in base alle proprietà chimiche, che sono gas tossici, gas infiammabili, gas di combustione e gas non combustibile. Nella norma nazionale GB13690-1992, le quattro categorie sono suddivise in tre categorie: gas infiammabili, gas non infiammabili e gas tossici, mentre i gas non infiammabili comprendono i gas di supporto alla combustione.

Secondo la norma nazionale GB16163-1996, cioè, la classificazione dei gas compressi del cilindro, gas industriale può essere divisa in.

Gas permanente: la temperatura critica è inferiore a -10 ℃. Il riempimento, l'immagazzinamento, il trasporto e l'uso di gas permanenti sono tutti gassosi.

Gas liquefatto: gas liquefatto ad alta pressione e gas liquefatto a bassa pressione la cui temperatura critica è superiore a -10 ° C, e il valore critico massimo del gas liquefatto ad alta pressione è di 70 ° C, che è liquido durante il riempimento. Tuttavia, durante lo stoccaggio e il trasporto, il liquido diventerà allo stato gassoso con l'aumento della temperatura.

Acetilene disciolto: è la base del gas di miscelazione.

In generale, il gas industriale è immagazzinato in uno stato compresso o liquefatto nel cilindro. Tuttavia, ha una certa pressione, quindi se il cilindro è sottoposto ad alte temperature o al sole, o subisce forti urti o colpi, la pressione della bottiglia aumenterà improvvisamente. Una volta che il campo di pressione si trova sopra il contenitore, il cilindro esploderà. Quando si utilizza, dobbiamo fare attenzione a prevenire il verificarsi di pericolo.http: //www.wxytgas.com/