Quali modifiche sono state apportate alle nuove norme riviste rispetto alla versione 2009

- Jan 11, 2019-

A questo proposito, gli esperti CCSA hanno affermato che la revisione dell'identificazione delle principali fonti pericolose di sostanze chimiche pericolose nella nuova edizione si concentra principalmente sui seguenti aspetti.


Innanzitutto, la traduzione inglese della "Identificazione delle principali fonti pericolose di sostanze chimiche pericolose" sulla copertina è cambiata. "Pericolo" è cambiato da "pericoloso" a "pericoloso". Secondo la spiegazione degli esperti, il primo si riferisce all'essere in uno stato pericoloso. L'uso è in pericolo), il secondo significa che la cosa è dannosa per me (il soggetto) e il pericolo non è noto. Pertanto, il rapporto pericoloso è più in linea con la definizione di "pericolo" nella produzione di sicurezza.


In secondo luogo, lo standard si basa sull'originale "Denominazione delle merci pericolose" (GB12268), "Classificazione chimica, etichette di avvertenza e norme sulla sicurezza delle indicazioni di avvertenza" (GB20592-2006) nella serie di standard nazionali "Classificazione chimica ed etichettatura specifica", GB30000.2, GB30000.5, ecc., "Classificazione chimica e specifiche di etichettatura" serve a determinare il rischio intrinseco di una sostanza chimica pericolosa in base alla classificazione e si trova nell'intero ciclo di vita della produzione, conservazione, trasporto, funzionamento e uso. Questo rischio viene comunicato con precisione ai lavoratori, ai consumatori e al pubblico sul luogo di lavoro attraverso etichette e schede di sicurezza per garantire che comprendano i pericoli e le misure di protezione della sostanza chimica e come gestirla in sicurezza in caso di incidente. Questo cambiamento significa che è necessario essere più meticolosi e seri nella valutazione dell'identificazione dei principali rischi, e ciò comporterà anche un certo aumento del carico di lavoro.


Inoltre, secondo l'analisi degli esperti, il nuovo standard affronta anche la controversia sulla presenza effettiva e sulla gestione delle miscele. In precedenza, l'industria è stata controverso in merito al fatto che la quantità effettiva di sostanze chimiche pericolose sia determinata dalla quantità esistente, dal limite della struttura o dal massimo del progetto. Il nuovo standard chiarisce che la quantità effettiva di sostanze chimiche pericolose è determinata in base alla quantità massima di progetto. Allo stesso tempo, viene chiarito anche il trattamento delle miscele chimiche pericolose: se la miscela si trova nella stessa categoria di rischio della sua sostanza pura, è considerata pura e calcolata nel suo complesso; se la miscela non si trova nella stessa categoria di rischio della sua sostanza pura, dovrebbe essere La categoria di pericolo considera la massa critica.

Infine, la nuova versione della norma integra gli indicatori di livellamento e i metodi di calcolo per le principali fonti di pericolo. Gli "Standard di ibridazione per la supervisione e la gestione delle principali fonti pericolose di sostanze chimiche pericolose (Revisione 2015)" sono integrati nel metodo di classificazione delle principali fonti di pericolo. Il valore del coefficiente di correzione del gas di torbidità varia e il personale esposto presenta un fattore di correzione, una maggiore fonte di pericolo e un valore R corrispondente. La relazione non è cambiata.www.wxytgas.com